Quando decidiamo di intraprendere la carriera da Freelance, è saggio affidarsi a un Commercialista professionista, in modo tale di essere guidati nei migliori dei modi nella burocrazia Italiana.

Dobbiamo sapere che ci sono molte cose da sapere riguardo tutta la burocrazia presente per apertura e gesione di una propria attivita professionale.

Iscrizione all’albo, camera di commercio, F24, INPS, solo alcuni termini che inizierete a sentire in modo maggiore durante la vostra carriera.

La missione di oggi è quella di capire quanto costa e come trovare il Commercialista perfetto per la nostra carriera.

Quanto Costa in media un Commercialista?

Il Commercialista in media può costare dai 400€ annui in su più IVA, e da aggiungere spese extra per documentazione o registrazioni.

Il mio consiglio, se siamo in un regime agevolato, quindi non un Azienda, è quello di rimanere in un range di costo tra i 400€/600€ e non di più.

Il motivo è semplice, per la mole di fatture e limiti che si hanno, non ha molto senso spendere +1.000€ per questa attività, in quanto spesso non si ha neanche l’obbligo di tenere contabilità scritta, e quindi è necessaria solo come “guida” burocratica i primi anni.

Come Trovare un Commercialista?

Ci sono diversi modi per trovare un Commercialista, dalle modalità più banali a quelle più sofisticate e meno usate.

In prima battuta consiglio sempre di chiedere ad amici o colleghi la conoscenza di un Commercialista, per avere anche pareri onesti sul suo operato.

Se vogliamo procedere a una ricerca più avanzata, il nostro caro Google ci arriva in soccorso, in quanto con una banale ricerca “commercialista” avremo alcuni primi nomi interessanti da scoprire, soprattutto localizzati.

La località è molto importante, perchè dovremo recarci fisicamente dal Commercialista, alcuni giorni, e trovarlo nelle vicinanze del nostro studio è molto strategico a livello economico e temporale.

Un’altra interessante directory di ricerca è Commercialista.com, che localizza e segnala diversi professionisti del settore per specialità e tipologia.

Ricordiamoci inoltre il social media professionale d’eccellenza, ovvero Linkedin sul quale potremo ricercare consulenti per parole chiavi, e indagare sul loro conto.

Come Scegliere il Commercialista Perfetto?

Non esiste nessuno di Perfetto, diciamolo, ma sicuramente possiamo provare a cercare la migliore figura professionale che possa seguirci in questo campo.

Per capire se può essere “Perfetto” spesso basta l’impressione che ci lascia al primo colloquio, se è propositivo oppure no, o ancora verificare se sia a conoscenza di alcune nozioni fondamentali per il nostro campo, come ad esempio le regole che disciplinano il web, la pubblicità, collaborazioni speciali.

Gli incontri e Telefonate con il Commercialista al 99% non vengono addebitate al corrispettivo, se dovesse succedere evitate questo commercialista.salvo casi particolari

Alcuni di questi piccoli aspetti non riusciremo ad accorgercene in un unico primo colloquio informale, ma sicuramente nell’arco del tempo avremo dettagli e casi per determianre se questa persona è professionale o meno.

In ogni caso ricordiamoci che una volta scelto un commercialista, non siamo obbligati ad aver la sua consulenza per tutto il resto della nostra vita, ma a fine mandato (di solito un annuo) potremo nuovamente cambiarlo.

E Tu come hai trovato il tuo Commercialista?

In conclusione è sempre meglio scegliere il commercialista in base alle sue conoscenze, se lavoriamo in campo web ad esempio, dobbiamo essere sicuri che la persona sia aggiornata anche su argomenti web.

Il commercialista è una figura fondamentale, soprattutto all’inizio della nostra carriera da Freelance.

Letture Consigliate per Freelance


Autore: Giuliano Ambrosio

Creative Strategist e Designer Freelance di Torino, fonda il blog JuliusDesign nel 2007, attualmente collabora con diverse agenzie su tutta Italia con le quali ha avuto modo di lavorare per diversi big brand.